Il problema della siccità sta attraversando il nostro paese da Nord a Sud, senza eccezioni. In Italia nell’anno corrente sono state registrate l’80% in meno di precipitazioni di pioggia e il 60% in meno di neve. Questo comporta delle misure di emergenza per contrastare la siccità.

In alcuni comuni delle Regioni del Nord Italia maggiormente colpite dal problema siccità (Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna e Veneto) è scattato il divieto di lavare auto, moto e mezzi privati. Il divieto è esteso solo al lavaggio dei veicoli di tipo privato, e questo non colpisce le attività come gli autolavaggi, che continua con il proprio esercizio libero.

Come sistema alternativo all’uso dell’acqua per lavare la propria auto esiste il lavaggio a secco che consiste nell’effettuare pulizia e lucidatura dell’auto con prodotti specifici e senza l’impiego di acqua, l’ideale in termini di risparmio economico e soprattutto idrico.

Come anticipato, questa tipologia di lavaggio prevede l’utilizzo di prodotti “savewater”, ovvero non richiedenti risciacquo. Per procedere dotatevi di un detergente a secco apposito e di un panno in microfibra. Spruzzate il prodotto sulla superficie da trattare. Una volta fatto, lo sporco verrà portato in sospensione. Rimuovetelo col panno, strofinando in un’unica direzione, ad esempio sempre da destra a sinistra, onde evitare la formazione di fastidiosi aloni. Il consiglio è quello di ripetere l’operazione 2 volte, cambiando il panno.

I prodotti “savewater” asciugano molto rapidamente. Inoltre, la cera emulsionante contenuta dona un effetto protettivo e lucidante. Non è tutto: questi prodotti sono biodegradabili e a base d’acqua, attestandosi innocui per superfici e, non in ultimo, ambiente. Certamente, occorre sapere che il lavaggio a secco richiede più tempo. Tuttavia, i plus sono notevoli: la vettura può essere lavata ovunque, anche in spazi ridotti, e in qualsiasi momento; l’impatto ambientale è minore, con un grande risparmio d’acqua.

Questo lavaggio dona una brillantezza migliore rispetto al lavaggio tradizionale e niente fuoriuscite di gocce d’acqua da specchietti e guarnizioni, che potrebbero macchiare la carrozzeria e lasciare residui di calcare.



Articolo Originale Fonte