Patente scaduta, revisione, bollo e carta d’identità: scadenze prorogate, ecco cosa c’è da sapere

Non temete di non avere rispettato una scadenza riguardo a tutto questo, capita  di non guardare mai il libretto dell’auto,purtroppo i disagi causati dalla pandemìa hanno spinto il Governo a varare decreti e leggi per prorogare la validità dei documenti. Anche la validità di carta d’identità e di passaporto può pure essere stata prorogata.

Patente di guida

La validità di quelle con scadenza compresa tra il 31 gennaio 2020 ed il 30 aprile 2021 è prorogata fino al 29 luglio 2021. Le patenti di guida rilasciate in Italia, con scadenza compresa nel periodo dal 1° febbraio 2020 al 31 agosto 2020 sono valide per la circolazione negli altri Paesi dell’UE per i sette mesi successivi alla data di scadenza.

Se la patente è scaduta non potete però usarla come documento di identità: quelle in scadenza nel periodo compreso tra il 31 gennaio 2020 e il 30 aprile 2021 sono da considerarsi valide sino al 30 aprile 2021.

Bollo Auto

Una delle novità di quest’anno è che anche per il pagamento si potrà beneficiare del bonus cashback. Il versamento del bollo auto presso una tabaccheria o in qualsiasi punto vendita autorizzato che permetta di pagare con bancomat, carta di credito o un’app tipo Satispay, rientra tra le transazioni che danno diritto al rimborso del 10% riconosciuto dallo Stato (per ogni transazione l’importo massimo del cashback è pari a 15 euro).

Revisione Veicoli

Se la revisione scade nel periodo compreso tra il 1° ottobre 2020 ed il 31 dicembre 2020, posso circolare sul territorio nazionale sino al 28 febbraio 2021. 

Le revisioni vanno effettuate dopo 4 anni dalla prima immatricolazione e ogni 2 anni in seguito e come scadenza va considerata la fine del mese in cui si è fatta la prima immatricolazione. E per revisioni in scadenza nell’anno in corso? Al momento non sono giunte novità se non la certezza dell’aumento di prezzo dei collaudi di 9,95 euro.

…maggiori informazioni e dettagli sul sito Aci
Non è più necessario far collaudare dalla Motorizzazione Civile i ganci di traino, i serbatoi Gpl e altre modifiche, tra cui quelle per i doppi comandi delle auto destinate alle Scuola Guida e gli adattamenti per disabili.

Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale numero 37 del relativo decreto del Ministro delle Infrastrutture e dei trasporti, avvenuta sabato scorso, dal 14 febbraio e non è più necessario far collaudare dalla Motorizzazione Civile i ganci di traino, i serbatoi Gpl e altre modifiche, tra cui quelle per i doppi comandi delle auto destinate alle Scuola Guida e gli adattamenti per disabili. Rimane però la necessità di far aggiornare la carta di circolazione, presentando una domanda entro 30 giorni dal completamento dei lavori direttamente dall’intestatario del veicolo oppure da un’agenzia di pratiche auto. Al posto della precedente ‘visita e provà della Motorizzazione sarà sufficiente una dichiarazione di esecuzione dei lavori a regola d’arte da parte di una delle officine accreditate dal ministero dei Trasporti.